Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, interventi in 54 aree da gioco: da San Vito a Villa Engelmann

Il parco giochi di piazzale Rosmini in un’immagine dall’archivio. Sarà oggetto dell’intervento principale

Approvato il piano di manutenzione straordinaria dell’assessore ai Lavori Lodi. Coinvolte sia le zone del centro che quelle più periferiche. Si parte ad aprile

TRIESTE Dalla Pineta di Barcola a Villa Cosulich, il Comune si prepara a mettere in campo 54 interventi su aree verdi attrezzate per bambini in tutta la città. È l’operazione di manutenzione straordinaria delle aree di gioco varata dall’assessorato ai Lavori pubblici, guidato da Elisa Lodi: gli interventi principali saranno quelli di piazzale Rosmini e villa Engelmann, ma i cantieri andranno a interessare un po’ tutta la città, per una spesa complessiva di 200 mila euro. Saranno collocate anche due nuove aree, in via Virgilio e via Vicolo delle Rose.

Il progetto prevede sia interventi di recupero che la collocazione di nuovi giochi e di arredo urbano, con le idonee pavimentazioni antitrauma, nelle le aree attrezzate di proprietà comunale. Sarà ripristinato dove necessario il manto verde; saranno collocati elementi di arredo quali panchine, cestini, fontanelle. «Particolare attenzione sarà data - scrivono gli uffici - alla manutenzione di tutte le attrezzature ludiche di competenza dell’amministrazione comunale». Saranno eliminate tutte le potenziali fonti di pericolo (pavimentazioni inidonee, strutture obsolete, cordoli pericolosi) e – dove possibile – «saranno rimossi tutti gli ostacoli che impediscono la totale fruizione delle aree gioco da pare dei disabili». Saranno anche restaurate tutte le attrezzature ludiche oggetto di vandalismi o degradate a causa del naturale decadimento dei materiali.


L’idea del piano è nata da una constatazione: lo stato di degrado dell’area giochi del giardino Luchetta, Ota, D’Angelo e Hrovatin di piazzale Rosmini, decisamente provato dal tempo, dall’uso e dai vandali. L’intervento comunale in Rosmini sarà il primo, a essere avviato dal Comune: dovrebbe iniziare ad aprile e durare 120 giorni. Si prevede la sostituzione della struttura ludica principale ormai degradata e la posa in opera della pavimentazione anti trauma in gomma colata.

Il secondo grande intervento prevede la sostituzione delle numerose strutture ludiche del giardino di villa Engelmann a causa del loro degrado, pavimentando in gomma colata anti trauma l'area. Anche questo intervento durerà 120 giorni e dovrebbe durare da giugno a settembre. Tutti gli altri interventi, 54 nel loro complesso, verranno messi realizzati fra agosto e gennaio. Queste almeno le linee fissate dal cronoprogramma del Comune.

Tutte le aree oggetto dell’intervento sono proprietà del Comune, ad eccezione della Pineta di Barcola (attualmente data in concessione dal Demanio Marittimo), dell’area giochi della parrocchia di S. Agostino in via Correggio 2 a Sottolongera e dell’area gioco della parrocchia di Santa Maria Maddalena in viaPagano 7. Il Comune ha stipulato per entrambe una apposita convenzione con le due parrocchie, proprietarie delle relative aree.

Le strutture da gioco che il Comune piazzerà nelle aree verdi sono state scelte per la loro resistenza alle intemperie come agli atti vandalici: «La tipologia delle strutture ludiche nuove è stata scelta anche compatibilmente con le esigenze di tutela dagli atti vandalici e di resistenza dei manufatti nel corso degli anni alle intemperie ed agli altri agenti deterioranti». Manca all’elenco uno spazio in via Archi, dove un gruppo di genitori del locale plesso scolastico ha rivolto al Comune un appello perché venga creata un’area gioco all’aperto. Una mozione sul tema è stata depositata in Consiglio dal dem Giovanni Barbo. —


 

Video del giorno

Trieste, pronta la nuova strada per Monte Grisa

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi