In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Ecco la web app elimina-code ai punti tampone della Salus

Servizio anti assembramenti: non solo consente accettazione e prenotazione online ma avvisa gli utenti sui minuti di attesa prima del test

1 minuto di lettura
Il punto tamponi fuori della Salus (Silvano) 

TRIESTE Niente più code infinite ai punti di prelievo delle sedi del Policlinico Triestino spa. Merito di una web app a cui si accede dal sito www.salustrieste.it, che permette di prenotare il tampone molecolare in pochi passaggi. E che, il giorno dell’appuntamento, informa anche sul grado di affollamento dell’ambulatorio selezionato.

Uno stratagemma per scongiurare il rischio di assembramenti e che ha anche il merito di risparmiare agli utenti minuti di attesa. Ogni tappa della procedura è gestibile sulla piattaforma online: accettazione, prenotazione, pagamento, perfino la raccolta di informazioni su eventuali sintomi. Ma il mondo della rete rimane in campo anche a tampone eseguito: perché una volta pronto, il referto è scaricabile dalla web app utilizzando i codici di accesso consegnati al paziente.



A dimostrare il successo del servizio sono i numeri: le prenotazioni attraverso il canale web hanno infatti raggiunto in pochi giorni la soglia del 65% di quelle complessive, mettendo così in pausa lo squillare perenne dei centralini delle strutture sanitarie. A dare una mano al Policlinico Triestino spa nel mettere a punto lo strumento, è stata l’azienda MEDarchiver, che ha sede a Trieste e a Bolzano ed è leader nel campo delle soluzioni innovative nella sanità, grazie a un’esperienza ventennale nel settore del digitale messo al servizio della salute. «Quando è iniziata l’emergenza abbiamo intuito che saremmo stati chiamati a creare soluzioni informatiche per affrontare le repentine necessità di riorganizzazione dei servizi e dei processi ospedalieri – spiega l’ingegnere Fabio Fioravanti, amministratore della MEDarchiver –. Ci siamo trovati ad allestire soluzioni tecnologiche per i Covid center dall’oggi al domani, a realizzare terapie intensive completamente digitalizzate in pochi giorni, ad abilitare punti di triage. E, in sintesi, a essere ancora più creativi nell’identificare soluzioni per ridurre le occasioni di assembramento. Fondamentale è anche la fiducia dei nostri clienti che, come nel caso del Policlinico Triestino, non esitano ad avventurarsi nell’innovazione». —




 

I commenti dei lettori