Furto in Croazia, rilasciati i poliziotti e il carabiniere

Una pattuglia della polizia croata

Restano in carcere per ora gli altri tre italiani fermati al valico di Buie

NAPOLI Sono stati rilasciati oggi venerdì 4 dicembre i due poliziotti e il carabiniere arrestati mercoledì sera dalla polizia croata al valico di Buie tra Croazia e la Slovenia. Lo ha reso noto l'avvocato Maurizio Capozzo, legale dei due agenti, che ha ricevuto una telefonata dal consolato italiano di Fiume. I tre rappresentanti delle forze dell'ordine italiane erano stati bloccati con l'accusa di furto, insieme con altri tre connazionali.

A quanto si è appreso sono invece rimasti in carcere gli altri tre italiani coinvolti nell'indagine dell'autorità giudiziaria croata, scattata dopo la denuncia presentata da un imprenditore italiano che ha dichiarato di essere stato minacciato e derubato dai suoi connazionali. I due poliziotti e il carabiniere rimessi in libertà poco fa sono in ritorno verso l'Italia.

Gli altri tre italiani coinvolti nell'indagine dell'autorità giudiziaria croata restano in stato di fermo perché indagati per il furto di 150 mila euro, sottratti a un imprenditore italiano al cui seguito erano arrivati in Istria. Le autorità giudiziarie croate decideranno nelle prossime ore sull'eventuale convalida del fermo.

La polizia dell' Istria ha rilasciato invece i tre agenti in quanto non sarebbero considerati autori del reato. A quanto riporta l'Ansa, resta comunque il dubbio sul loro coinvolgimento e il sospetto di favoreggiamento che non giustificherebbe la convalida del fermo.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi