Dalla pizza ai giornali La svolta coraggiosa dell’edicolante Simone

Cinzia Biondi e Simone Pepiciello davanti all’edicola (Foto Lasorte)

Pepiciello ha aperto con la madre una rivendita di riviste e giocattoli in via dell’Istria diventata già un faro per il rione

TRIESTE Da piazzaiolo a titolare di un’edicola. Un’avventura iniziativa il primo giorno di settembre con l’intento non solo di avviare una nuova attività, ma anche di fornire un servizio ai cittadini. Simone Pepiciello, insieme alla mamma Cinzia Biondi, ha inaugurato la sua “Edicola Triestina” in via dell’Istria 116 e in poco tempo è diventato un punto di riferimento per tante persone, residenti e non solo. E anche per molti anziani, che lì si fermano a chiacchierare, a chiedere un aiuto per piccole commissioni quotidiane o semplicemente per acquistare il giornale e dare un saluto.

«Lavoravo come pizzaiolo da Eataly - racconta Simone -, ma ho sempre amato molto il mondo dell’editoria. Mi affascinava. Allo stesso tempo ho sempre amato stare a contatto con le persone. A un certo punto ho deciso di cambiare e ho pensato di trasformare un magazzino di proprietà in un’edicola. L’ho sistemato, facendo po' di lavori, e ho scelto di aggiungere anche i giocattoli. E un po’ a sorpresa, nonostante il periodo di difficoltà generale legato al Covid-19, le cose stanno andando davvero bene e sono molto felice».


Attraverso Facebook ogni giorno annuncia prodotti in vendita, riviste, giornali o altre novità. «I clienti non sono solo residenti, arrivano anche da altri rioni e questo mi fa piacere. C'è stato un passaparola veloce nei mesi scorsi. Molti sono anziani e ci chiedono spesso un supporto. C’è chi mi prega, ad esempio, di procurargli oltre al giornale anche altri beni di prima necessità. Ed è questo che volevamo fare fin dall’inizio: dare un servizio. Siamo contenti anche per la vendita dei giocattoli - aggiunge -. Da noi arrivano, ad esempio, bambini che sono stati al Burlo e a cui i genitori promettono un regalo dopo un esame o una visita. C’è movimento, il lavoro non manca».

L’edicola è aperta ogni giorno, compresa la domenica, dalle 6 alle 20. «Sicuramente è stato un rischio aprire in questo momento, ma avevo voglia di buttarmi, c’è tanto entusiasmo e spero che sia solo l’inizio di una bella avventura». —
 

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi