Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, Dipiazza lancia l'ipotesi del punto vaccini al Centro congressi

Foto di Andrea Lasorte

Il sindaco: "La struttura di Porto vecchio è ideale". Il direttore di Asugi Poggiana: "Valuterà Arcs nell'ambito del piano vaccinale regionale"

TRIESTE Utilizzare il Centro congressi di Trieste come punto vaccini per il Covid a partire da gennaio. E' la proposta lanciata dal sindaco di Trieste Roberto Dipiazza alla Regione: "Vedo che a Udine e Pordenone usano le fiere come punto tamponi. Qui a Trieste mi pare che il centro di Porto vecchio sia la postazione migliore: relativamente decentrato, con una grande disponibilità di parcheggi, facilmente accessibile".

Il primo cittadino ha parlato della questione con i vertici del Tcc, la società che gestisce la struttura: il Covid ha bloccato ogni attività congressuale, sicché la struttura è libera per i prossimi mesi. "Ne ho parlato con il direttore dell'Asugi Antonio Poggiana - incalza Dipiazza -. Ora starà alla Regione vedere se è fattibile. Di certo sarebbe più comodo che farlo al Maggiore o anche a Cattinara, soprattutto se pensiamo, come si pensa, di avere un movimento di mille persone al giorno".

Dal canto suo Poggiana conferma e rimanda alla cabina di regia regionale la decisione: "È tutto al vaglio di ARCS che si occuperà della organizzazione del piano vaccinale regionale".

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi