Contenuto riservato agli abbonati

Jadrolinija, giù i ricavi: il Covid frena anche l’arrivo di nuove navi

Una unità Jadrolinija foto da jadrolinija.hr

Entrate a quota -41%, la compagnia di navigazione punta a fondi Ue per non rinviare il potenziamento della flotta

FIUME Jadrolinija, la compagnia di navigazione croata di proprietà statale, è stata colpita in modo particolarmente duro dal Covid-19, poiché dipende direttamente dall'andamento del settore turistico. Nel 2019 Jadrolinija aveva registrato nuovi record movimentando 12 milioni e mezzo di passeggeri e 3,2 milioni di veicoli. Risultati che dalla sede di palazzo Adria, a Fiume, si puntava a migliorare in questo 2020: una battuta d’arresto che però non ha ridimensionato del tutto quella che è la maggiore compagnia passeggeri del Paese.

Nei primi nove mesi dell'anno il calo su base annua dei passeggeri è stato del 40%, al quale si è aggiunta la diminuzione del 30% sul trasporti dei veicoli.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi