Turisti in fuga? Hotel e b&b puntano sugli smart worker

L’ingresso del palazzo che ospita l’hotel Hilton a Trieste. Molti alberghi stanno offrendo soluzioni ad hoc per i lavoratori in smart working

Tante strutture ora si “riciclano” trasformando le stanze in spazi per il lavoro agile

TRIESTE Le strutture ricettive non sono obbligate a chiudere. Ma i clienti latitano. Ecco quindi che hotel e case vacanza si reinventano per attirare un nuovo settore, quello dei lavoratori in smart working, ai quali vengono proposti ambienti comodi e soluzioni preziose per chi non vuol chiudersi in casa.

A Trieste da qualche settimana gestori e titolari di alberghi e appartamenti si contendono gli ospiti a colpi di spazi attrezzati, wi-fi veloci e omaggi azzeccati, come il caffè gratuito. «Il nostro hotel dispone di confortevoli ed eleganti camere e suite, oltre ad una raffinata libreria storica dove potrai svolgere le tue attività in smart working, in tutta tranquillità e riservatezza. Riesci ad immaginare un luogo più affascinante dove lavorare?». Così sui social scrivono i responsabili del DoubleTree by Hilton Trieste, che la settimana scorsa ha proposto anche una cena con delitto, con pernottamento, per offrire un evento serale, nel rispetto delle misure di sicurezza, al quale i triestini hanno risposto con entusiasmo.


Anche al Savoia Excelsior Palace le stanze diventano possibili postazioni lavorative, fronte mare. «Hai bisogno di sfuggire al tuo ufficio domestico e goderti la tranquillità di una delle nostre camere? Siamo felici di offrire una speciale tariffa smart working - scrivono su Facebook - per chi desidera uno spazio comodo e riservato per lavorare in sicurezza nel cuore della città. Scopri le nostre Smart Working Room».

Anche molte case vacanze, ormai vuote da tempo, hanno pensato a un’alternativa in grado di riempire gli ambienti, come Paduina 3, una struttura composta da 11 appartamenti. «Lo smart wrking, gran bella idea, ma a volte lavorare da casa non è così smart: vicini rumorosi, bambini che corrono su e giù per la casa, conviventi che compaiono in mutande mentre siete in un meeting on line. È così che abbiamo pensato di ampliare la nostra offerta ricettiva mettendo a disposizione i nostri appartamenti a tutti gli smart worker che desiderano lavorare in tranquillità: rete wi-fi fibra, macchina per caffè con cialde gratuite e bollitore».

È pensata per chi vuole godersi un soggiorno lavorativo, più lungo di qualche giornata, l’offerta di Portopiccolo, che mette in evidenza le caratteristiche del luogo. «Conosci il nuovo termine “Workation”? È smart working durante le vacanze: dove puoi lavorare a distanza e rilassarti. Perché non affittare casa a Portopiccolo dove i confini tra lavoro e vacanza si stanno più che mai confondendo? Un borgo sicuro - pubblicano sui social - con negozi, ristoranti e bar e la Beauty Spa pronta ad accoglierti con trattamenti su misura per te. Prenota il tuo appartamento vista mare». Nel pacchetto Winter Time è proposto un lungo elenco di benefit: tra i vari servizi inclusi un angolo per caffè e the, la possibilità di portare animali, il parcheggio gratuito, un pranzo di benvenuto a casa. Su richiesta anche una postazione ad hoc per lo smart working, trattamenti estetici o allenamenti all’aperto con personal trainer.

Il fenomeno del riutilizzo delle strutture ricettive in realtà è esploso in altre città già alla fine del primo lockdown: specie nei grandi centri, tra aprile e maggio, tanti alloggi sono stati trasformati in uffici, in affitto a ore o giornate. Caccia poi anche alla casa con giardino o con terrazzi in affitto, soprattutto d'estate, per godere anche di spazi all'aperto. —
 

Zuppa fredda di barbabietola, arancia e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi