Contenuto riservato agli abbonati

Nuova chiamata in piazza per gli esercenti di Trieste. Le opposizioni: «No a strumentalizzazioni»

Organizzata dal comitato dell’ex assessore triestino Bandelli. «Ma la politica non c’entra». Dipiazza: «Vedrò se andare» 

Giovanni Tomasin Il mondo del commercio triestino è chiamato nuovamente a scendere in piazza Unità dal comitato che organizzò la prima protesta post-lockdown nel maggio scorso. La Fipe lascia libertà di coscienza ai propri soci sulla partecipazione o meno, il sindaco Roberto Dipiazza non sa ancora se ci andrà, mentre dal Pd e dal Movimento 5 Stelle arriva l’allarme: «Giusto che chi lavora si faccia sentire, ma attenzione alle strumentalizzazioni politiche».

La manifestazione si terrà domani alle 19.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi