Diritti e Storti celebra su Fb la Convenzione di New York dedicata ai bambini

Il festival triestino nato nel maggio del 2019 conferma il programma Un mese di iniziative: si parte il 20 novembre con una diretta social 

TRIESTE Respirare a pieni polmoni la bellezza dei diritti, continuando a dialogare e a partecipare. E allora, perché non farlo insieme ai giovanissimi? Il Festival "Diritti & Storti" di Trieste si prepara a festeggiare il trentunesimo anniversario della Convenzione di New York sui diritti dei bambini, che si celebra ogni anno il 20 novembre, in tutto il mondo. Per l’occasione è in programma un mese di iniziative rivolte ai più piccoli ma anche agli adulti, a educatori, insegnanti e genitori, per promuovere il tema dei diritti attraverso giochi, laboratori, letture, mostre, conferenze e momenti di formazione. “Diritti e storti”, giunto alla seconda edizione, quindi non si ferma ma propone un ricco calendario tutto online: si comincia il 20 novembre, alle ore 17, con una diretta sulla pagina Facebook “Diritti e Storti” dove verrà inaugurato ufficialmente l’evento che coinvolge oltre 40 partner, tra cui enti pubblici e privati del terzo settore.

«Non ci poniamo limiti – puntualizza Elena Dragan, responsabile e ideatrice del progetto, assieme a Mariarosa Milinico –. Offriremo alle bambine e ai bambini, alle famiglie e a tutta la cittadinanza, tante proposte per accompagnare questi tempi difficili fino a dicembre e oltre. Perché proprio i diritti dei bambini siano al centro della nostra attenzione, ogni giorno». Un viaggio in un mondo di valori da conoscere, riconoscere e soprattutto esercitare.


L’apertura del festival sarà preceduta, alle ore 16, da una conferenza/lettura sul tema dell'infanzia "storta" nella letteratura, condotta da Piero Guglielmino, esperto del settore. Sempre il 20 novembre, verrà dato il via alla mostra MINI MU online, dedicata alla Giornata dei Diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, dal titolo “Segni... diritti e storti”. Anche la scuola Primaria Filzi Grego di Trieste parteciperà alla celebrazione, proponendo una lettura dalle 9 alle 12 per bambini dai 4 ai 10 anni: le insegnanti leggeranno i libri della biblioteca, ciascuna nella propria classe, seguendo le regole del distanziamento e della sanificazione previsti dalla normativa.

Nella cornice di “Diritti e storti” ci sarà anche un pre-evento, pensato nel contesto della Giornata Mondiale della Prematurità da Scricciolo - Associazione genitori di bambini nati prematuri o a rischio, fissato per il 17 novembre alle ore 18. Un incontro tutto digitale nel quale verranno dati alcuni spunti alle famiglie per vivere al meglio questi tempi che pongono sfide inedite. È prevista la partecipazione di due importanti professionisti, lo psicoterapeuta Aldo Becce e il pediatra immunologo Alberto Tommasini. Domenica 22 novembre, invece, ci sarà il POP-UP Festival, creato dall’organizzazione mondiale Six Seconds, è un’originale esperienza di apprendimento pratico. Diritti e Storti nasce a Trieste a maggio 2019, durante alcuni incontri organizzati per condividere il desiderio di festeggiare i 30 anni della Convenzione di New York. «Tra le decine di partecipanti – conclude Dragan – si è creata subito la sintonia per costituire una rete all'interno della quale ognuno contribuisce con pensiero e azioni. In pochi mesi abbiamo raccolto la convinta adesione di tanti soggetti attivi sul territorio». Per maggiori informazioni e per conoscere il resto del programma che uscirà a breve scrivere a dirittiestorti@gmail.com o visitare la pagina facebook “Diritti e Storti”. —




 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi