In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Traffico illecito di mascherine: sequestrati a Trieste 360mila dispositivi non conformi

Le mascherine chirurgiche, provenienti dalla Slovacchia, erano dirette a una società di Prato, pronte per essere commercializzate sul mercato nazionale, dove avrebbero fruttato circa 180mila euro.

1 minuto di lettura
Le mascherine sequestrate dalle Fiamme Gialle di Muggia 

TRIESTE La Guardia di Finanza di Trieste ha scoperto, al confine di Fernetti un trasporto illecito di mascherine provenienti dalla Slovacchia e pronte per essere immesse in commercio sul mercato nazionale. In tutto l'operazione ha portato al sequestro di 360mila mascherine chirurgiche, del valore di circa 180 mila euro.

In particolare, i finanzieri della Tenenza di Muggia hanno intercettato un trasporto commerciale proveniente dalla Slovacchia e destinato ad una società a responsabilità limitata con sede a Prato, che si sarebbe occupata della successiva commercializzazione.

Le mascherine sequestrate 

A seguito del controllo del furgone dove era stato stipato l’ingente quantitativo di mascherine non conformi, è stata accertata la mancanza della valida documentazione tecnica di supporto utile ad accertare l’effettivo possesso di tutti i requisiti essenziali per la sicurezza e la salute, prescritti dalle disposizioni nazionali e comunitarie, applicabili a tali dispositivi.

Inoltre, le singole confezioni di mascherine recavano la marcatura CE seguita dall’indicazione di uno standard comunitario di sicurezza errato o comunque tale da indurre confusione nel consumatore finale circa la destinazione d’uso ed i requisiti di prestazione.

Le mascherine in questione sono state quindi sottoposte a sequestro amministrativo per violazione delle norme in materia di sicurezza dei prodotti, con applicazione della sanzione amministrativa al soggetto titolare dei beni. Il valore commerciale dei dispositivi, una volta immessi sul mercato, sarebbe stato pari a circa 180.000 euro. 

I commenti dei lettori