Contenuto riservato agli abbonati

Assalto al bancomat a Capriva, nel Nordest è caccia alla banda dell’Audi

Molte analogie tra il raid della scorsa notte e altri colpi.  La Cassa rurale Fvg già colpita a Lucinico e Romans

CAPRIVA. Potrebbe essere stato l’ennesimo colpo nel Triveneto della banda dell’Audi scura. Si, perché nel recente passato in tutto il Nordest sono diversi i raid criminali simili a quello messo a segno nella notte tra venerdì e sabato ai danni della filiale caprivese della Cassa rurale del Friuli Venezia Giulia.

Un testimone ha riferito d’aver visto scappare a bordo di un’Audi scura tre persone (ma forse erano quattro) subito dopo aver sottratto il denaro dallo sportello Atm. Una sequenza che, andando a rileggere i fatti di cronaca degli ultimi anni, è del tutto simile a quella di altri furti a danno di istituti bancari. Andando a ritroso nel tempo, il 7 settembre 2019 l’assalto ad un Postamat di Cervignano era stato compiuto anche in quel caso da quattro banditi a bordo di un’Audi scura.

Era invece una “berlina scura” (non meglio identificata secondo le testimonianze) quella fuggita dalla filiale di Lucinico della stessa Cassa rurale del Friuli Venezia Giulia lo scorso 4 gennaio; e ancora, l’11 gennaio sempre di quest’anno, altro colpo simile, con un bancomat fatto saltare ad un istituto di credito di Follina, in provincia di Treviso. In quel caso si è parlato di fuggitivi su un’Audi o su una Jaguar.

Il lockdown ha poi calmato le acque, ma subito dopo l’estate gli episodi ladreschi con protagonisti malviventi a bordo di un’Audi scura sono ripresi a spron battuto. Il 20 settembre doppio colpo (proprio come nel caso di Capriva, visto che un furto simile l’altra notte è stato registrato in una banca di San Martino di Campagna, a poca distanza da Aviano, nel Pordenonese).

Nel mirino dei ladri, un mese e mezzo fa sono finiti un bancomat a San Daniele del Friuli, con quattro persone coperte da passamontagna in fuga su un’Audi station wagon, e a Romans d’Isonzo, dove in quel caso vennero notati due rapinatori allontanarsi su un’Audi A3 di colore scuro. Infine, l’ultimo colpo dalla natura non dissimile a quello messo a segno a Capriva: era il 17 ottobre scorso, quando una banda di tre uomini venne vista scappare a bordo di un’Audi scura dopo un furto messo a punto ai danni di una banca di Belluno. Insomma, gli episodi sono diversi, ma la modalità è simile: non è quindi da escludere che dietro ogni raid ci sia la stessa mano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi