Contenuto riservato agli abbonati

Mamme e bimbi ai box in Molo Quarto per il primo “vax day” a Trieste. E giovedì si fa il bis

Buona partenza per l’operazione antinfluenza riservata ai più piccoli. Spiazzati gli adulti convinti di poter fare lì le iniezioni 

TRIESTE Arrivano alla chetichella dopo aver parcheggiano la macchina nell’ampio piazzale del molo IV a Trieste. Poi, dopo aver tolto passeggini e carrozzelle dal bagagliaio, si mettono diligentemente in attesa del proprio turno assieme ai propri pargoli. Sono le tante mamme che ieri, mercoledì 28 ottobre, hanno risposto presente al primo dei cinque “Vax day” che Asugi ha organizzato in Porto vecchio, utili alla somministrazione del vaccino antinfluenzale pediatrico ai bambini dai sei mesi ai sei anni. In fila peraltro si è messo pure qualche adulto senza pupo al seguito, convinto che l’iniziativa interessasse tutta la popolazione e non solo, appunto, la fascia più giovane.

Una giornata particolare che ha visto il coinvolgimento, all’interno dell’enorme struttura presente in Molo quarto, del personale medico ed infermieristico di Asugi assieme ad un pool di professionisti formato da medici di medicina generale e pediatri di libera scelta.


Mascherine, misurazione della temperatura e firma per il tracciamento prima di entrare per la puntura che tanto fa preoccupare gli spauriti bambini presenti. Trafila rispettata per il protocollo anti-covid anche in occasione del vaccino per l’influenza stagionale in attesa di quello, quest’anno ben più agognato, per debellare il Coronavirus. Cinque, come detto, le giornate dedicate alla somministrazione del vaccino. Le altre sono in programma oggi e nei prossimi 11, 12 e 26 novembre. La giornata di ieri era dedicata a tutti coloro che avevano effettuato la prenotazione tramite Cup, mentre oggi e nelle giornate di novembre l’immunizzazione sarà riservata ai pediatri di libera scelta che vaccineranno i loro assistiti.

Tutte le vaccinazioni vengono effettuate su appuntamento, quindi, e ad attendere i genitori con i propri pargoli ci sono cinque box che, dalle 9 alle 17.30, fanno entrare un piccolo paziente ogni 10 minuti. «L’affluenza finora è stata molto buona - dichiara Francesca Dragani, responsabile ambientale di Asugi - anche se ovviamente per capire quanti si sono recati in più rispetto agli anni scorsi è necessario attendere l’ultimo giorno». L’obiettivo dell’organizzazione è quello di vaccinare circa 1500 bambini nelle 5 giornate a loro dedicate. Per i piccoli che si vaccinano per la prima volta, inoltre, è previsto un richiamo dopo quattro settimane, in modo da somministrare loro la formulazione quadrivalente del vaccino.

«Quello appartenente alla fascia fra i 6 mesi e i 6 anni è un target importante su cui punta la campagna vaccinale antinfluenzale di quest’anno - queste le parole dell’assessore alla Sanità, Riccardo Riccardi - soprattutto in considerazione del momento che stiamo vivendo sul piano dell’emergenza sanitaria Covid. Il lavoro di prevenzione e protezione rivolto a questa fascia d’età in particolare vede il coinvolgimento dei pediatri, dei medici di medicina generale e del personale sanitario di Asugi. Proprio per garantire la possibilità di vaccinarsi al maggior numero possibile di bambini, abbiamo già programmato anche altre giornate dedicate alla vaccinazione pediatrica». Le vaccinazioni ai bambini, rende noto Asugi, continueranno nelle prossime giornate grazie alla partecipazione dei pediatri che hanno aderito all’iniziativa. I genitori dei bambini di età superiore ai 6 anni, che presentano alcune patologie particolari per le quali è consigliato l’inoculazione del vaccino, potranno segnalare tale la necessità al proprio pediatra o al medico curante che concorderà un appuntamento con il Dipartimento di Prevenzione. —
 

Video del giorno

Trieste, manifestazione contro il green pass in piazza della Borsa

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi