D'Agostino: "La crisi fra Francia e Turchia potrebbe beneficiare il porto di Trieste"

Secondo l'Autorità portuale lo scalo giuliano vale l'80% dei traffici turchi verso l'Ue, mentre il restante 20% è francese

TRIESTE «Gli accadimenti di questi giorni che vedono protagonista la Turchia in aperto scontro con la Francia sono certamente sotto la nostra attenzione, tenuto conto che i traffici portuali tra Ankara e l'Europa passano per l'80 per cento da Trieste e per il restante 20 per cento proprio dalla Francia». Lo ha dichiarato il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico orientale, Zeno D'Agostino, a margine di un incontro a oggi pomeriggio a Trieste. «Ora - ha sottolineato D'Agostino - se la situazione dovesse proseguire lungo questi binari, è possibile che quel 20 per cento possa prendere la strada proprio di Trieste. Noi seguiamo attentamente e monitoriamo».

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi