Celebrato con l’alzabandiera solenne il 66esimo ritorno di Trieste all’Italia

TRIESTE. «Quando vedo innalzare le bandiere mi prende sempre il cuore, in questa meravigliosa piazza e specialmente quest’anno, con tutti i problemi che stiamo attraversando. Io sono un patriota, amo questo Paese e quanto vedo issare la bandiera italiana e quella di Trieste è sempre una grande e forte emozione».

Lo ha detto il sindaco Roberto Dipiazza al termine della solenne cerimonia d’alzanbandiera per il 66° anniversario del ricongiungimento di Trieste all’Italia, svoltasi questa mattina (lunedì 26 ottobre) in piazza unità di’Italia. Erano presenti autorità civili, militari e religiose.

L'alzabandiera per il 66esimo anniversario del ritorno di Trieste all'Italia

Tra gli altri, oltre al sindaco Roberto Dipiazza, il prefetto Valerio Valenti, il questore Giuseppe Petronzi, gli assessori regionali Pierpaolo Roberti e Alessia Rosolen, il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin, nonché numerosi assessori comunali come Angela Brandi, Elisa Lodi, Lorenzo Giorgi, Michele Lobianco e consiglieri con il presidente del Consiglio comunale Francesco Panteca.

La ricorrenza è stata celebrata nel rispetto delle norme anti Covid presenti il gonfalone della città, decorato di medaglia d’oro al valore militare, una rappresentanza della Polizia locale in alta uniforme e rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma con i loro labari.

Zuppa fredda di barbabietola, arancia e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi