Contenuto riservato agli abbonati

Comune di Trieste, in pensione tre super manager: «Macchina senza comandanti»

Nel 2021 se ne vanno Silla, Conte, Cortese: lavori pubblici e welfare in difficoltà. Il sindacato dei dirigenti: «Servono rinforzi da assumere però con i concorsi»

TRIESTE Il prossimo anno, che ormai è dietro l’angolo, tre dirigenti comunali di alto profilo andranno in pensione: urge provvedere. Lasceranno l’incarico Mauro Silla (classe 1956), vicesegretario generale e capo del welfare, Enrico Conte (classe 1958), responsabile del dipartimento dei Lavori Pubblici, Enrico Cortese (classe 1958), titolare dell’Ambiente e di alcuni dossier importanti a cominciare dalla galleria Montebello-Foraggi. Mollano gli ormeggi due direttori d’area, come Silla e Conte, che da soli gestiscono oltre due terzi del conto corrente municipale.

Non solo: l’organico della struttura dirigenziale è composto di sole 27 figure, che per un’amministrazione abitata da quasi 2700 persone (compresi precari e tempi determinati) sono decisamente poche, in confronto con le percentuali di Comuni di una certa importanza.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Ddl Zan, urla e applausi da stadio dai banchi del centro-destra per l'affossamento della legge

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi