Trieste, Barcolana 52 annullata a causa del maltempo. Gialuz: «A fermarla il nostro elemento naturale, il vento»

Il presidente della Società velica di Barcola e Grignano (Svbg): «Decisione impegnativa ma necessaria» determinata dalle cattive condizioni meteo pur avendo «superato le difficoltà organizzative nel contesto Covid»

Barcolana 52 annullata. I velisti: "Non ci resta che tornarcene a casa tranquillamente"

TRIESTE La "Coppa D'Autunno - Barcolana 52 presented by Generali", che avrebbe dovuto disputarsi stamani, domenica 11 ottobre, a Trieste, è stata annullata a causa delle cattive condizioni meteorologiche con bora forte e previsioni in peggioramento.

La decisione è stata presa stamani dal Comitato di regata, dopo le indicazioni della Capitaneria di Porto e sentiti gli organizzatori. Ieri l'allerta meteo emessa dalla Protezione Civile e le previsioni meteo dell'Osmer indicavano tempo molto cattivo.

Il presidente della Società velica di Barcola e Grignano (Svbg), Mitja Gialuz ha parlato di «una decisione impegnativa ma necessaria»; sono state «superate le difficoltà di organizzare Barcolana nel contesto Covid», a fermarla «è stato solo il nostro elemento naturale, il vento».

Un gruppo di velisti sotto bora e pioggia subito dopo l'annullamento della regata

Gialuz ha citato uno dei padri ispiratori della regata, Sandro Chersi, scomparso lo scorso luglio: «Il bravo marinaio salva la barca e il suo equipaggio nella tempesta, l'ottimo marinaio ha scelto di non uscire, e dalla finestra guarda il bravo marinaio mentre lotta per salvare barca e equipaggio».

Mitja Gialuz

«Di fronte a condizioni meteo marine come quelle odierne - ancora Gialuz - la gente di mare riconosce la necessità di mantenere gli equipaggi a terra e le imbarcazioni al sicuro. Abbiamo lavorato con grande impegno per realizzare l’evento in sicurezza per quanto attiene gli aspetti sanitari, ora dobbiamo rispondere nel modo più corretto e secondo le logiche marinare al meteo e annullare la regata.

La bora spazza il golfo di Trieste la mattina della Barcolana 52

È una decisione impegnativa ma necessaria che preserva tutto il popolo della Barcolana e rispetta tutti quegli equipaggi familiari con barche di piccola dimensione che sono il cuore di questa regata. C’è qualcosa di liberatorio nel fatto che il vento batta il Covid.

Egg muffin con broccoli e feta

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi