Contagi saliti a 146 in Fvg. Sfiorato di un soffio il record assoluto registrato a marzo

Una donna si sottopone al tampone

A Trieste nuovi focolai in casa di riposo: infetti un operatore e due ospiti delle Suore scolastiche e un addetto al Mater dei 

TRIESTE In 24 ore il sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia registra altri 146 nuovi casi di coronavirus. Tra migranti, mondo della scuola, residenze per anziani e operatori sanitari contagiati, è il secondo dato più alto dall’inizio dell’emergenza dopo i 147 positivi del 25 marzo. Ma è anche il secondo giorno consecutivo sopra quota 100: non era mai successo nemmeno durante il “lockdown”.

A fare impennare la curva sono tra l’altro i 35 positivi tra i migranti accolti nell’ex caserma Cavarzerani di Udine, dove a inizio settimana erano state sottoposte al tampone 197 persone a seguito di una positività. In quella struttura siamo dunque quasi a un contagiato su cinque in una giornata in cui l’incidenza sui casi testati è raddoppiata rispetto a giovedì. I 146 positivi su 1.615 persone controllate per la prima volta sono infatti il 9,04%, ma è elevata (3,39%) anche la percentuale sul totale dei tamponi (ieri 4.307, 646 in meno del giorno precedente) che comprendono pure quelli di verifica del superamento dell'infezione.


Sono ampiamente i numeri più alti di ottobre, un mese che conta sin qui 624 positivi, una media di 70 al giorno, contro i 30 di settembre, i 12 di agosto, i 3 di luglio e i poco più di 1 di giugno. Un rialzo che è conseguenza naturalmente anche di test sempre più estesi sul territorio. Come emerge dai dati della Task force Covid-19 regionale, il Fvg è la terza regione italiana per numero di tamponi pro capite effettuati durante la pandemia. All’aggiornamento del 8 ottobre, i 439.370 tamponi complessivi (di cui 194.340, il 44%, dal 1 settembre) si traducono in 362,7 ogni 1.000 abitanti, contro i 450 del Trentino Alto Adige e i 412 del Veneto. Il Fvg è invece quinto alle spalle delle Province autonome di Trento e Bolzano, di Valle d’Aosta e Veneto nella colonna delle persone testate: 160,4 ogni 1.000 abitanti. Mentre per quel che riguarda le positività riscontrate, la regione ha la migliore incidenza grezza cumulativa del Nord, con 4,2 casi sempre ogni 1.000, sotto la media nazionale di 5,6 e con il Veneto a 6,2. I positivi sono ora 5.290: 1.804 in provincia di Udine (+70), 1.757 a Trieste (+38), 1.172 a Pordenone (+28) e 533 a Gorizia (+9), cui si aggiungono 24 residenti fuori regione (+1).

Oltre ai contagi nella Cavarzerani, con il sindaco udinese Pietro Fontanini che chiede a gran voce il trasferimento dei richiedenti asilo per la quarantena, il vicepresidente della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi informa nel bollettino giornaliero dei nuovi casi emersi nel comparto sanitario. A contrarre l’infezione un collaboratore amministrativo dell’Asugi, un infermiere dell'ospedale di Latisana e uno dell'ospedale di San Daniele del Friuli. E sono pure positivi a Trieste un operatore e due ospiti della casa di riposo Suore Scolastiche Francescane di Cristo Re e un operatore della Mater Dei. Quanto all’aggiornamento sulle scuole, sono stati registrati un caso alla primaria Morpurgo del comprensivo Campi Elisi di Trieste, uno al liceo Dante di Gorizia, uno alle elementari di Maniago, uno all’Agrario di Spilimbergo, uno al liceo Leopardi-Majorana di Pordenone (il terzo di una classe già in isolamento) e due alle medie di Torviscosa (in classi diverse).

Ancora confortante comunque che, per il momento, non si vedano effetti particolari sul Servizio sanitario regionale. Le terapie intensive occupate rimangono sei e così anche sono fermi a 23 i ricoveri nei reparti delle malattie infettive. Una fotografia che esprime il decimo del picco del 29 marzo (297, con 61 posti occupati nelle Ti). Gli attualmente positivi al coronavirus in Fvg sono 1.162 (+121). I totalmente guariti ammontano a 3.773 (+25), i clinicamente guariti sono 21 (stabili) e le persone in isolamento 1.112 (+121). —
 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi