«Sarà la regata del buon senso»

Una bella vetrina piena di barche allestita in un negozio di piazza San Giovanni

Bel quartier generale della Svbg la cerimonia dell’alzabandiera, la prima senza il comandante ChersGialuz: «L’imperativo è rispettare le regole». Annullata la Young, soldi delle iscrizioni all’Asugi



Una cerimonia un po’ sottotono e, tuttavia, significativa ha segnato venerdì l’inizio ufficiale della 52 edizione della regata Barcolana. Sottotono per colpa del meteo che profetizzava piogge e soprattutto per le limitazioni che impongono le misure anti-Covid. Un rito per pochi intimi e amici, forse anche per questo davvero toccante. Come ogni anno, a fare gli onori da casa alla Società velica Barcola Grignano il presidente Mitja Gialuz, i soci più affezionati e la banda “Vecia Trieste” che ha fatto il saluto beneaugurante alla regata sulle note dell’europeo Inno alla gioia, dell’italiano inno di Mameli e di alcuni adagi musicali triestini. Tutta la cerimonia è stata un omaggio e un abbraccio al capitano Sandro Chersi, mancato da poco. Sarà la prima Barcolana senza di lui.


«L’imperativo di quest’anno – ha detto il presidente della Svbg Mitja Gialuz – è fare le cose per bene. Solo rispettando le regole, dal distanziamento sociale all’uso delle mascherine, ci consentirà di stare insieme e vivere questa nuova socialità, cui ci dobbiamo adeguare, in modo sereno». “Together” è anche il motto della edizione 2020 della Barcolana, diventato anche un buon auspicio per una manifestazione che, nonostante le difficoltà, registra comunque un buon numero di iscritti (numero da perfezionare) e che dovrà dimostrare, dice ancora Gialuz «che i grandi eventi si possono fare con le regole del buonsenso. Dovranno attenervisi tutti, dal pubblico agli equipaggi».

Per quanto riguarda il programma, la pioggia e il vento hanno determinato la cancellazione della Barcolana Young, in programma ieri e oggi per gli Optimist. La Barcolana ai tempi del Covid ha rivoluzionato tutto il proprio assetto a terra per evitare assembramenti, cercando di espandersi in città, in maniera diffusa coinvolgendo negozi e categorie. Piazza dell’Unità sarà il cuore del Villaggio Barcolana, con gli spazi espositivi dei Gold Sponsor, attività dedicate al pubblico e la presenza di infopoint e spazio merchandising. Al centro della piazza a partire dall’8 ottobre, verrà posizionata una grande scultura in marmo realizzata dallo scultore Conticelli e dedicata alla Barcolana. Rimarrà esposta un paio di settimane e riproduce la versione monumentale dell’opera donata dall’artista artigiano lo scorso anno. —





Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi