Contenuto riservato agli abbonati

Costa dei Barbari: scontro politico sui tanti pericoli lungo i sentieri

A Torna alla ribalta lo scambio d’accuse fra l’attuale amministrazione e quella precedente

DUINO AURISINA Torna alla ribalta lo scambio d’accuse fra l’attuale amministrazione di Duino Aurisina e quella precedente a proposito della gestione dei sentieri che portano dalla Costiera alla Costa dei Barbari. Lo scontro, tornato d’attualità dopo la tragica morte di Giorgio Cociani, il compianto fondatore del “Gattile” scivolato su quelle rocce una decina di giorni fa, è aspro. «Se chi ci ha preceduto alla guida del Comune – dice Massimo Romita, assessore nell’attuale giunta sostenuta dal centrodestra - avesse portato a compimento il progetto del 2012 del sindaco Giorgio Ret, oggi non saremmo in questa situazione.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, la passeggiata cinematografica è a Melara

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi