Trieste, positivo un dipendente della pizzeria "Fratelli la Bufala": personale in quarantena

Asugi: "I clienti non hanno corso rischi perché tutti i lavoratori hanno sempre indossato le mascherine"

TRIESTE Un dipendente della pizzeria «Fratelli la Bufala» di Trieste è risultato positivo al coronavirus. Lo rende noto l'Azienda sanitaria universitaria giuliano isontina (Asugi). I tamponi su tutto il personale del locale - spiega l'azienda - sono stati effettuati tra ieri e oggi dopo che un dipendente, convivente di un positivo non correlato alla pizzeria, è stato messo in quarantena. Dai test è emerso che un lavoratore, che non serve ai tavoli, è positivo al covid. Tutto il personale è stato messo in quarantena «per il principio di massima precauzione». Entro domani, assicura Asugi, si avrà l'esito di tutti i test. «I clienti che hanno frequentato la pizzeria - afferma Asugi - non hanno rischi perché i camerieri hanno sempre utilizzato tutti i dispositivi di protezione individuale; inoltre l'ispezione del Dipartimento di Prevenzione ha messo in evidenza comportamenti adeguati e correttezza di tutte le procedure adottate anticovid-19».

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi