Contenuto riservato agli abbonati

La banda dei Rolex avvicina gli anziani e ruba gli orologi da migliaia di euro

Un Rolex al polso (archivio)

LIGNANO Continuano le scorribande dei malviventi che sono a caccia di Rolex. Nel mirino sempre persone di una certa età. Dopo il colpo messo a segno sabato scorso a Mortegliano, nella mattinata di domenica c’è stata un’altra vittima a Lignano Pineta. Un 77enne residente a Pordenone che era in vacanza nella cittadina balneare e si trovava in bicicletta nella zona di corso dei Continenti è stato derubato del suo orologio – modello Submariner, in acciaio, valore stimato oltre seimila euro – da una sconosciuta che lo ha bloccato con mille scuse e una raffica di domande.

Secondo la ricostruzione effettuata dai carabinieri della Compagnia di Latisana – ai comandi del maggiore Nicola Guercia –, la giovane donna (che dimostrava una trentina d’anni e aveva un corporatura robusta) ha provato a «rompere il ghiaccio» chiedendo semplicemente un’indicazione stradale e poi, fingendo di ringraziare, si è avvicinata all’anziano per abbracciarlo.


Lui, tra l’imbarazzo, ha provato a ritrarsi, ma lei, con un movimento fulmineo, lo ha preso per un braccio e se lo è avvicinato al seno. L’anziano, colto di sorpresa e sempre più confuso perché non capiva le motivazioni di quel comportamento, si è poi reso conto del furto qualche minuto più tardi. Ma a quel punto la truffatrice era già lontana, così come il complice che, secondo gli investigatori dell’Arma, ha agito con lei. Il malcapitato si è poi rivolto alla stazione carabinieri del paese e ha formalizzato una denuncia. Stando a quanto emerge dai primi accertamenti, le persone che hanno agito a Lignano non sarebbero le stesse entrate in azione sabato a Mortegliano.

Infatti, come si evince consultando le cronache più recenti, ci sono numerose formazioni criminali che si muovono velocemente su scala nazionale e, dopo aver messo a segno le loro ruberie, fanno perdere le loro tracce. Adesso gli uomini del comandante della stazione di Lignano, Nerio Loise, sono al lavoro per cercare di identificare gli autori di quest’ultimo colpo. Gli investigatori hanno già acquisito le immagini dei sistemi di videosorveglianza più vicini al luogo in cui è avvenuto il furto. Per quanto riguarda il caso di Mortegliano, invece, erano entrate in azione due donne che avevano chiesto a un ottantenne informazioni in merito a possibili occasioni di lavoro nella zona. L’uomo aveva risposto di non sapere nulla, ma era stato comunque “ringraziato” con un abbraccio e poi si era ritrovato senza il suo Rolex Submariner in acciaio del valore stimato di quasi novemila euro. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi