Contenuto riservato agli abbonati

Bimba della materna positiva al Covid-19. In isolamento 23 allievi e due insegnanti

L’ingresso della sezione della Rodari ospitata alla De Amicis di Staranzano Foto Katia Bonaventura

Il papà cantierino a Marghera in Terapia intensiva, la famiglia in quarantena. Chiusa la sezione ospitata alla De Amicis

STARANZANO Chiusura e sospensione dell’attività didattica per una sezione della Scuola dell’infanzia Gianni Rodari di Staranzano. Lo ha disposto la dirigente dell’Istituto comprensivo Dante Alighieri, Caterina Mattucci, nella giornata di venerdì, non appena ricevuta la comunicazione da parte dell’Asugi in ordine alla positività da Covid-19 di una bambina.

A casa gli altri 23 piccoli e le due insegnanti di riferimento della sezione, in isolamento fiduciario fino a martedì, quando il Dipartimento di prevenzione, in base alle valutazioni epidemiologiche, definirà le azioni più opportune, e in quarantena invece la famiglia della bimba, per la quale sono in corso le relative procedure sanitarie, in fatto di tamponi e tracciamento. Sospesa dunque una delle due sezioni che sono state collocate alla primaria Edmondo De Amicis, in virtù di alcuni lavori previsti alla Scuola dell’infanzia comportando il conseguente trasferimento delle classi di quinta elementare alle Stalle Rosse appena rese disponibili dopo la ristrutturazione. Alla primaria peraltro si sono insediati proprio ieri i seggi elettorali, in vista della consultazione referendaria di oggi e domani, per la quale come da programmazione già assunta non vi fa parte l’aula che ospita la sezione 1. La situazione, dunque, è circoscritta alla sola sezione 1 della Rodari.



La “catena epidemiologica” è ricondotta all’ambito familiare della bambina, che mercoledì, all’avvio di tutte le scuole, ha fatto il suo primo ingresso alla materna. Primo giorno di inserimento, una sola ora. La piccola non è entrata in aula, rimanendo nell’area esterna della struttura scolastica. Un solo giorno e un’ora sola, considerato che la bambina giovedì non è stata consegnata alle insegnanti. È stato il giorno in cui il padre, in condizioni di salute difficili, è stato portato all’ospedale San Polo. Gli accertamenti sanitari hanno rilevato il contagio da Covid-19. L’uomo, che lavora nell’appalto del cantiere navale di Marghera, era reduce da un viaggio in pulmino assieme ad altri lavoratori stranieri, da Ancona. E al rientro a casa s’è manifestato il malessere.

Prima ricoverato al reparto Malattie Infettive dell’ospedale Cattinara a Trieste, è stato poi trasferito alla Terapia Intensiva di Udine. Circostanza per la quale s’è innescato il “contact tracing”, il tracciamento, da parte di Asugi. Congiunti in quarantena, quindi, e il giorno successivo, venerdì, l’esito positivo al Covid-19 relativo alla bambina. Per gli altri componenti del nucleo familiare si attende il risultato del tampone. Stanno bene, compresa la piccola, nella permanenza al domicilio. L’Azienda sanitaria venerdì ha inviato la comunicazione ufficiale circa il riscontro della positività della bambina al Comprensivo Alighieri, al quale afferisce la Rodari, e la dirigente Mattucci ha disposto nell’immediatezza la chiusura e la sospensione delle attività didattiche per la sezione 1 di appartenenza della piccola. Della disposizione ne sono stati informati contestualmente le docenti e i genitori degli alunni della sezione, nonché per conoscenza la docente referente del plesso scolastico, i collaboratori scolastici e il sindaco di Staranzano, Riccardo Marchesan. Il tutto s’è articolato all’insegna della tempestività delle verifiche sanitarie e dell’applicazione delle misure di sicurezza da parte di Asugi, così come delle azioni disposte dall’Istituto comprensivo. Situazione sotto controllo, nell’ambito della collaudata gestione epidemiologica da parte di Asugi.



Intanto alla primaria De Amicis le lezioni riprenderanno mercoledì, a seggi referendari smobilitati. L’amministrazione comunale di Staranzano, spiega il sindaco Marchesan, ha provveduto alla programmazione delle sanificazioni ripetute dei locali dove sono previste le votazioni. Marchesan ha espresso vicinanza ai familiari interessati all’evento, comunque in buona salute, augurandosi quanto prima possibile la guarigione del capofamiglia. «La situazione rimane circoscritta alla sola sezione 1 della Scuola dell’infanzia, pertanto le attività didattiche proseguono regolarmente. Il sistema logistico-organizzativo cosiddetto “a bolle” delle aule consente le dovute separazioni, anche degli spazi comuni. La salute delle famiglie e degli alunni è salvaguardata – osserva –. Ora è tutto sotto controllo, ma, considerando l’andamento che a Staranzano ha registrato nell’arco degli ultimi 20 giorni a oggi otto casi positivi al Covid-19, non può che far riflettere. È necessaria estrema attenzione, e cautela nei comportamenti di ciascuno, come hanno dimostrato responsabilmente finora i cittadini. Non va abbassata la guardia».—

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Carciofi crudi, pere e gorgonzola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi