Contenuto riservato agli abbonati

Bossi: «Il porto di Trieste leva basilare per creare prodotto e valore aggiunto»

«Le realtà scientifiche della città sono eccellenti, ma faticano sempre a far valere la portata delle proprie innovazioni»

MILANO Uno scenario in cui si naviga a vista, con diverse incognite sulla ripresa. È la fotografia dell’attuale situazione economica scattata dal triestino Giovanni Bossi, già amministratore delegato di Banca Ifis e ora imprenditore con Cherry, società che si occupa di algoritmi e intelligenza artificiale nel mondo del credito, e azionista di maggioranza di Cherry 106, attiva nella gestione e nel recupero del credito.

Partiamo dallo scenario macro.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, entrano i primi camion al Porto

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi