Contenuto riservato agli abbonati

«Dragaggi illeciti». Otto indagati, nuova bufera sul porto di Monfalcone

Una delle chiatte sequestrate che avevano lavorato a Portorosega

Conclusi gli accertamenti da parte del pm Bossi sui lavori del 2019. Tra i coinvolti il direttore dell’Azienda speciale, Signore

MONFALCONE Attività di gestione illecita di rifiuti costituiti da fanghi di dragaggio in assenza di qualsiasi autorizzazione. Lo aveva già detto e contestato all’Azienda speciale porto con il sequestro della draga e l’area portuale la Procura della repubblica di Gorizia che quei lavori di manutenzione dei fondali del porto di Monfalcone per eliminare le gobbe che ostacolavano l’ingresso delle navi in banchina non andavano fatti così.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Animali altruisti: la storia di Koko, la gorilla che adottò il gattino

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi