Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, via Trento va a due velocità tra nuovi dehors e fori sfitti

La parte di via Trento più vicina al canale di Ponterosso, prima di via Valdirivo, dove l’avvio della pedonalizzazione ha consentito la rivitalizzazione di ristorazione e commercio grazie anche ai dehors

Da Ponterosso a via Valdirivo la pedonalizzazione ha rilanciato locali e negozi  Verso via Ghega prevale la desolazione in attesa dell’albergo di largo Panfili



Da una parte una strada vivace, con nuove aperture, il recente posizionamento dei dehors e un costante movimento di persone, e dall’altra un lato “oscuro”, fatto di saracinesche abbassate e di spazi commerciali che da tempo attendono nuovi investitori. Via Trento corre a due velocità. La pedonalizzazione del tratto dal Ponte Curto a via Valdirivo, infatti, indubbiamente piace, e costituisce l’ideale continuazione dell’area pedonale della vicina via Cassa di Risparmio, sull’altra sponda del canale.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi