Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, ex moglie pedinata col gps nascosto, a processo

Il tribunale di Trieste

Trentenne rinviato a giudizio con l’accusa di aver installato un’app sul cellulare della donna senza che lei se ne accorgesse

TRIESTE Quello degli atti persecutori nei confronti di ex coniugi o ex conviventi è purtroppo un fenomeno ricorrente a Trieste, a giudicare dal numero di procedimenti penali avviati o già andati a sentenza in questi anni nel Tribunale di Foro Ulpiano. Casi spesso caratterizzanti da un “copione” abituale, fatto di insulti, intimidazioni costanti, minacce e spesso atti violenti. Ma anche le modalità dell’odioso fenomeno dello stalking possono cambiare, “evolvendosi” di pari passo con la tecnologia.

La conferma arriva dall’ultimo procedimento approdato davanti al giudice per l’udienza preliminare Luigi Dainotti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

"Chiara mi vuoi sposare?": la proposta di Ester sul campo di rugby a fine partita a Bari

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi