Rubavano nei negozi della catena Mediaworld, sgominata la banda 

Le indagini da parte dei carabinieri di Gradisca d'Isonzo erano scattate in seguito a furti negli store di Villesse e Tavagnacco. Tre misure cautelari per altrettanti romeni sono state emesse dal Gip di Gorizia 

GORIZIA. Ogni settimana spostandosi dalla zona di Roma al Nord Italia a bordo di veicoli presi a noleggio e alloggiando in strutture ricettive diverse, compivano giornalmente tre o quattro furti in più store della catena Mediaworld rubando apparecchiature elettroniche. Una serie di furti sui quali i carabinieri di Gradisca d'Isonzo hanno indagato fino a risalire a tre persone, tutte originarie della Romania, nei confronti delle quali sono stati eseguite misure cautelari emesse dal Gip del Tribunale di Gorizia.

Delle tre persone, di età compresa tra i 21 e i 32 anni, due sono domiciliate ad Ardea, una risulta senza fissa dimora in Italia. La banda trasferiva poi al Sud Italia la merce rubata, vale a dire tablet, telefoni cellulari, notebook, tutti di marca Apple. I militari, coordinati dalla pm Laura Collini, hanno recuperato merce per un valore di 28 mila euro. I ladri sotto gli abiti indossavano appositi body dove nascondere la merce e utilizzavano i cosiddetti jammer, le apparecchiature in grado di eludere le barriere antitaccheggio.

Le indagini, iniziate lo scorso gennaio, a seguito di una serie di furti consumati presso gli store Mediaworld di Villesse e Tavagnacco, si sono sviluppate grazie ad un certosino lavoro di analisi delle comunicazioni telefoniche-telematiche e alle localizzazioni gps, permettendo di ricostruire tutta la filiera criminale, individuando gli autori dei furti e le modalita’ di trasferimento della refurtiva al sud italia.
 
Le misure sono state emesse a carico di T.A.G., 32 anni, di Ardea (Rm), D.A.I. 21 anni, anch'egli domiciliato ad Ardea e S.I.G., 23enne senza fissa dimora.

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi