Villesse, scende al casello: "Ho un ordigno nell'auto". Falso allarme, autostrada A34 riaperta dopo quasi due ore

L'allarme bomba è scattato attorno alle 10.40. Sul posto la polizia stradale e gli artificieri. L'uomo è stato poi portato via dall'ambulanza

VILLESSE Il casello autostradale di Villesse è rimasto chiuso per quasi due ore nella mattinata di lunedì 20 luglio sia in entrata sia in uscita sulla A34 (Villesse – Gorizia) all’altezza dell’allacciamento con la A4 per un allarme bomba, rivelatosi poi falso. 

L’allarme è scattato poco prima delle 10.30 quando un’auto in transito da Gorizia si è fermata al casello di Villesse. L’uomo alla guida, dopo aver preso il biglietto, è sceso dal veicolo e ha avvertito il personale di Autovie di avere un ordigno nell’auto. Subito sono state allertate le forze dell’ordine che sono immediatamente giunte sul posto per le verifiche del caso, mentre il personale di Autovie ha provveduto a chiudere le piste.

Sul posto è intervenuta la polizia stradale di Gorizia coordinata dal Coa (Centro operativo autostradale) e il personale di Autovie Venete che con una safety car sta deviando il traffico. Poco dopo sono arrivati anche gli artificieri della Polizia. Dopo oltre un'ora di intervento, l'autostrada è stata riaperta attorno alle 12.10.

Allarme bomba al casello di Villesse, artificieri in azione

L'uomo che ha fatto scattare l'allarme è rimasto lì a guardare la scena ed è stato poi portato via da un'ambulanza. Dalle prime informazioni raccolte, si tratterebbe di una persona (un cittadino rumeno di 36 anni residente a Padova) in cura presso i servizi sociali. Verrà comunque denunciato per procurato allarme.

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi