Il Porto di Trieste vince due progetti Ue per oltre un milione di euro

Il primo ha come oggetto studi e progettazioni nell'area della Piattaforma Logistica, il secondo ha un obiettivo green ed è focalizzato sull'elettrificazione delle banchine. D'Agostino: "Rappresenta la nostra affidabilità"

TRIESTE Il porto di Trieste si è aggiudicato due nuovi progetti europei co-finanziati dal Programma Cef (Connecting Europe Facility).

Il primo, Rtalf - Port of Trieste: Railway Terminal And Lng Facility, ha come oggetto studi e progettazioni nell'area della Piattaforma Logistica; avrà un budget totale di circa 6 milioni di euro, di cui 326 mila per l'Authority. Rtalf sarà co-finanziato al 50 per cento da fondi europei e terminerà a maggio 2022.

Il secondo progetto, Ealing - European flagship Action for coLd ironING in ports, ha un obiettivo green ed è focalizzato sull'elettrificazione delle banchine. Con durata biennale e un budget totale di circa 7,3 milioni di euro, di cui 800 mila per il porto di Trieste, il progetto è co-finanziato per metà da fondi europei e ha un ampio partenariato composto da 16 porti di 7 Paesi europei.

Per il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Zeno D'Agostino «l'approvazione delle due proposte rappresenta la nostra affidabilità ed è un nuovo passo avanti in termini di finanziamenti che contribuiscono a stimolare la crescita e la competitività del nostro porto, apportando notevoli benefici sia dal punto di vista socioeconomico che ambientale».

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi