Il Porto di Trieste vince due progetti Ue per oltre un milione di euro

Il primo ha come oggetto studi e progettazioni nell'area della Piattaforma Logistica, il secondo ha un obiettivo green ed è focalizzato sull'elettrificazione delle banchine. D'Agostino: "Rappresenta la nostra affidabilità"

TRIESTE Il porto di Trieste si è aggiudicato due nuovi progetti europei co-finanziati dal Programma Cef (Connecting Europe Facility).

Il primo, Rtalf - Port of Trieste: Railway Terminal And Lng Facility, ha come oggetto studi e progettazioni nell'area della Piattaforma Logistica; avrà un budget totale di circa 6 milioni di euro, di cui 326 mila per l'Authority. Rtalf sarà co-finanziato al 50 per cento da fondi europei e terminerà a maggio 2022.

Il secondo progetto, Ealing - European flagship Action for coLd ironING in ports, ha un obiettivo green ed è focalizzato sull'elettrificazione delle banchine. Con durata biennale e un budget totale di circa 7,3 milioni di euro, di cui 800 mila per il porto di Trieste, il progetto è co-finanziato per metà da fondi europei e ha un ampio partenariato composto da 16 porti di 7 Paesi europei.

Per il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Zeno D'Agostino «l'approvazione delle due proposte rappresenta la nostra affidabilità ed è un nuovo passo avanti in termini di finanziamenti che contribuiscono a stimolare la crescita e la competitività del nostro porto, apportando notevoli benefici sia dal punto di vista socioeconomico che ambientale».

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi