Contenuto riservato agli abbonati

A Trieste la Tari aumenta dell’1,6% per le utenze domestiche

Novità emersa durante i lavori di commissione: dopo il taglio della tassa rifiuti per i commercianti, il lieve rincaro legato alle case. Critiche da Italia Viva e Open

TRIESTE. La Tari aumenta dell’1,6% rispetto all’anno precedente per le utenze domestiche. È quanto emerso ieri mattina nel corso della seduta della Seconda commissione consiliare, presieduta dal consigliere Roberto Cason (Lista Dipiazza) e alla quale ha partecipato anche il vicesindaco con delega al Bilancio Paolo Polidori. Mentre per i commercianti la tassa sui rifiuti è stata recentemente tagliata grazie a un intervento congiunto del Comune e della Regione, essa ha invece subito un aumento appunto per le utenze domestiche.

Ma la decisione non è di competenza dell’amministrazione municipale: ciò è avvenuto per disposizione dell’Autorità unica per i servizi idrici e i rifiuti, istituita con una legge regionale del 2016 dalla giunta Serracchiani e che può assumere decisioni senza necessità di...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

"Chiara mi vuoi sposare?": la proposta di Ester sul campo di rugby a fine partita a Bari

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi