Contenuto riservato agli abbonati

Sequestro in Costiera, il progetto dell’hotel

Una veduta aerea dell’area della villa ex Ostuni e della stradina finite sotto la lente della magistratura

Dai documenti emerge che la proprietaria vorrebbe fare della villa ex Ostuni una grande struttura alberghiera sul mare

TRIESTE Non una semplice ristrutturazione ma un vero e proprio raddoppio della villa esistente, con l’intenzione di farne una grande struttura alberghiera sul mare. E con tanto di porticciolo privato. Ecco cosa ha in serbo la cinquantacinquenne Galina Lazareva, da quanto risulta figlia di un magnate russo, che ha acquistato la “ex Ostuni” in Costiera. È la costruzione al civico 196 che si trova nei pressi del ristorante “Tenda rossa” e che di recente è finita nel mirino della magistratura per un maxi abuso edilizio.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Sole e temperatura mite a Trieste, anche a gennaio la domenica al mare

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi