Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus nei Balcani, la quarantena in Slovenia scatta sabato 4 luglio

Sarà in vigore per due settimane nei confronti di quanti arrivano da Croazia, Francia e Repubblica Ceca

La Slovenia non aveva un numero di positivi così alto dallo scorso 16 aprile: 21 nuovi contagiati solo ieri, venerdì 2 luglio, di cui uno nella vicinissima Capodistria. Tanto è bastato per far scattare l’allarme e quindi far decidere al governo di Lubiana di reintrodurre la quarantena per alcuni paesi: Francia, Repubblica Ceca e la confinante Croazia, che ieri ha registrato 96 nuovi contagiati e due morti con nuovi timori.

La quarantena sarà in vigore da domani, sabato 4 luglio, per due settimane, nei confronti di quanti arrivano in Slovenia da questi tre paesi. Da quando sono stati riaperti i confini e sono state tolte diverse restrizioni, i numeri in Croazia e Slovenia sono tornati sensibilmente ad aumentare.

E così i cittadini croati che vogliono andare in Slovenia dovranno sottoporsi a una quarantena di 14 giorni: il timore più grande è rappresentato da chi ha solo attraversato la Croazia e viene da altri paesi. Alla frontiera i controlli saranno più stringenti e a chi transita potrà essere chiesto di precisare dove si è stati e da dove si proviene esattamente.

Video del giorno

Pedofilia, arrestato 52enne di Gorizia: il video della polizia

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi