Nudo e ubriaco getta scompiglio a Barcola: arrestato 33enne

L'uomo ha anche aggredito con calci e sputi due carabinieri intervenuti su segnalazione dei bagnanti. Due di loro sono ricorsi alle cure del pronto soccorso

TRIESTE E' arrivato nella Pineta di Barcola, si è tolto pantaloni e mutande e ha iniziato a barcollare tra gli alberi ed il lungomare, creando non poco scompiglio tra le tante famiglie triestine presenti, tra cui molti bambini che si sono trovati davanti l’uomo completamente nudo e ubriaco (accanto agli indumenti, a terra, c'era una bottiglia di Gin completamente svuotata) . E' accaduto nei giorni scorsi sul lungomare triestino, dove sono intervenute due pattuglie dei carabinieri di Aurisina, che hanno cercato di far rinsavire l'uomo e convincerlo a rivestirsi. 

Quando i Militari hanno cercato di avvicinarglisi per farlo coprire, però, l’uomo ha iniziato ad aggredirli con spintoni, calci e sputi, motivo per cui i Carabinieri sono stati costretti ad immobilizzarlo e trarlo in arresto.

Due Carabinieri sono stati medicati al Pronto Soccorso per i colpi ricevuti, riportando lesioni lievissime, mentre il barcollante nudista, un cittadino libico di 33 anni, richiedente protezione internazionale, è stato condotto al Carcere del Coroneo, secondo le prescrizioni del pm di turno, subito informato dell’accaduto.

L'uomo dovrà ora rispondere dei reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, oltre che di atti osceni ed ubriachezza.

Video del giorno

Pedofilia, arrestato 52enne di Gorizia: il video della polizia

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi