Grado, spiagge double face: ordine negli stabilimenti, affollamento nei tratti liberi

Nelle strutture della Costa Azzurra arrivo dei bagnanti già alle 7. Assalto a gelaterie e panifici, code agli ingressi Git. L’amministratore Lovato: «Non avrei mai immaginato questo afflusso» 

GRADO Altro che Ferragosto. Questo ultimo fine settimana di giugno è da inserire indubbiamente fra quelli che hanno riservato la grande sorpresa del ritorno in massa dei bagnanti a Grado.

«Se penso alla situazione di quale settimana fa – afferma l’amministratore unico della Git, Alessandro Lovato – chi avrebbe mai pensato che potessimo registrare un’affluenza simile?».



Lovato fa riferimento alla spiaggia gestita dalla Git ma indubbiamente anche tutti gli altri stabilimenti della Pineta e della Costa Azzurra hanno fatto registrare il pienone.

Vale a dire che sono state noleggiate tutte le attrezzature disponibili.



«Nel giro di poche ore – dice ancora Lovato – abbiamo affittato tutto, anche i lettini in riva al mare (quelli senza ombrellone, ndr). Certo ci sono ancora di risolvere alcune problematiche ma devo dire che da sabato funziona regolarmente anche il servizio on line (tra sabato e ieri mattina presto c’erano già state oltre un centinaio di prenotazioni) che snellisce non poco l’attesa per gli ingressi».



Ingressi che anche ieri mattina hanno fatto registrare lunghe code. Questo per quanto riguarda la Git dove la distanza fra ombrelloni superiore a quella prevista dalla legge, consente di stare in tutta tranquillità a prendere il sole o a riposarsi sotto l’ombrellone. Così anche per tutti gli altri stabilimenti dell’isola dove ci sono analoghe distanze. Di mascherine da nessuna parte neanche l’ombra anche se tanta parte dei bagnanti se la portano appresso.

Ma mentre è tutto tranquillo e a norma all’interno delle aree degli stabilimenti, nonostante i paletti che sono stati messi dal Comune di Grado per far rispettare le distanze, nelle aree libere si registra indubbiamente un maggior affollamento.



In questi casi il distanziamento sociale si vede davvero poco e in particolar modo dove ci sono gruppetti di giovani.

Per quanto concerne la spiaggia della Costa Azzurra dove i primi a prendere posto nella spiaggia libera sono giunti a Grado ancor prima delle 7, si notano pertanto diversi aspetti: l’ordine e il distanziamento all’interno degli stabilimenti; grande affollamento nei cosiddetti corridoi considerati spiaggia libera tra stabilimento e stabilimento mentre nell’area libera verso la scogliera, per la sua ampia dimensione, c’è affollamento ma indubbiamente inferiore agli altri tratti liberi.



E per concludere parlando di file e attese, oltre a quelle che si sono registrate agli ingressi della spiaggia gestita dalla Git sabato e ieri se ne sono viste diverse altre come quelle all’esterno dei panifici che sono regolarmente aperti anche di festa e quelle dinnanzi alle gelaterie.

Un’ultima notizia viene fornita ancora da Alessandro Lovato: nei prossimi giorni sarà riaperto anche il Parco Acquatico.

Gli operai sono già al lavoro per ripristinare il tutto in quanto ora le varie ordinanze consentono questa opportunità.

Ancora solo qualche giorno di pazienza per le migliaia di persone che di solito lo frequentano. —


 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi