Contenuto riservato agli abbonati

Da Trieste a Grado domenica all’insegna del pienone al mare, ma i distanziamenti sono un “optional”

Foto di Andrea Lasorte

L’afflusso massiccio di bagnanti ha reso difficile rispettare le regole anti-virus, tanto a Barcola quanto sulle spiagge libere dell’Isola del Sole e a Marina Julia. Situazione sotto controllo e presenze da “sold out” negli stabilimenti LE FOTO A TRIESTE e LE FOTO A MONFALCONE

TRIESTE. Difficile mantenere i distanziamenti previsti dalle regole anti-coronavirus nelle ore di punta a Barcola e, in particolare, nella fascia prospiciente il mare. Si era già visto nel primo weekend di sole, due settimane fa, ma oggi (domenica 28 giugno) il problema si è ripresentato in tutta la sua evidenza in quella che è stata la prima domenica estiva di autentico pienone di questa anomala stagione balneare.
 
Come si può notare dalle foto scattate oggi a Barcola, il livello di affolamento è sembrato molto simile quello di una qualunque domenica estiva degli anni scorsi: tanta, tantissima gente in pineta, ai Topolini e fino al bivio di Miramare. Molto affollati anche gli autobus che ora sono tornati a funzionare a pieno carico (ma si sale a bordo con la mascherina).
 
 
Presa d’assalto oggi anche la spiaggia di Grado. E se negli stabilimenti balneari la regolamentazione predisposta dai gestori ha funzionato bene, garantendo il rispetto di spazi adeguati e consentendo di far fronte a un afflusso da “sold out”, nelle aree libere della spiaggia gradese il distanziamento sociale è sembrato spesso un optional, soprattutto dove stazionavo gruppi di giovani. Stessa situazione a Monfalcone: a Marina Julia distanziamenti rispettati nelle aree gestite, mentre in quelle libere ombrelloni appicciati l'uno all'altro.
 
 
Per gestori ed esercenti è stata sicuramente una domenica che autorizza l’ottimismo, la prima caratterizzata dal ritorno in massa dei bagnanti. Spiagge e locali pieni anche a Lignano dove in alcuni stabilimenti sono comparsi i cartelli “tutto esaurito”. Insomma, la stagione turistica sembra finalmente aver ingranato, almeno per quanto riguarda i weekend e nonostante l'assenza dell'apporto consueto di stranieri. Ma con un "mantra" che deve restare sempre valido anche quando ci si gode una meritata gioranta di sole e mare: occhio a rispettare le distanze di sicurezza
Video del giorno

Traffico illecito di rifiuti in Fvg frode fiscale di 300 milioni di euro, 5 arresti e 53 indagati

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi