Contenuto riservato agli abbonati

Il Comune di Trieste vince in Tribunale: niente risarcimento a Di Finizio

L’ex gestore de “La Voce della Luna” chiedeva all’ente 250 mila euro di danni  per non aver potuto proseguire nella concessione dopo l’incendio e le mareggiate

TRIESTE Niente risarcimento di 250 mila euro dal Comune. Giudicata legittima la decadenza della concessione dell’area in cui Marcello De Finizio gestiva “La Voce della Luna”, locale a Barcola affacciato sul mare gravemente danneggiato da un incendio doloso nel 2008. Poi l’area era stata colpita da due mareggiate che ne avevano accentuato il degrado, vanificando i propositi di rilancio.
 
La richiesta di condanna al risarcimento danni di 250 mila euro «per il guadagno – si legge nell’atto di citazione – che Di Finizio non ha potuto realizzare essendo stato posto in condizioni di non poter proseguire nella concessione» è stata respinta dal Tribunale ordinario di Trieste.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

L'orsetto salvato nel Parco d'Abruzzo e ricongiunto alla famiglia: è l'unico caso in Europa

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi