Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, la “maledizione” del cantiere di Cattinara: sull’orlo del crac i vincitori dell’appalto

La coop veneta Clea costretta a chiedere il concordato preventivo per evitare il fallimento. Accumulati debiti per 67 milioni

TRIESTE Avrebbe dovuto ristrutturare l’ospedale di Cattinara sulla base di un appalto da 140 milioni. Ma dopo la mancata approvazione del progetto esecutivo e l’annullamento unilaterale dell’affidamento da parte dell’Azienda sanitaria, la cooperativa di costruttori Clea si trova in stato di insolvibilità ed è stata ammessa dal Tribunale di Venezia a procedura di concordato preventivo. Sull’impresa veneta pesano debiti per 67 milioni ed è inevitabile il tentativo di trovare un accordo con i creditori per scongiurare il fallimento.

Video del giorno

Comunali 2022, primo dibattito pubblico tra candidati sul futuro di Gorizia

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi