Contenuto riservato agli abbonati

Caso D'Agostino, parla Monassi: «Io coinvolta in questa storia? Non sono più così importante»

L’ex “lady porto” nega qualsiasi ruolo nella vicenda: «Mi occupo solo dei miei amati cavalli: è questa adesso la mia vita» 

TRIESTE Era la vigilia di Natale del 2010 quando Renzo Tondo, allora presidente di Regione, inviò al ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli una lettera nella quale esprimeva la propria intesa sul nome di Marina Monassi per la presidenza dell’Autorità portuale di Trieste. Il Comune spingeva per il sindaco uscente Roberto Dipiazza, Provincia e Muggia chiedevano la riconferma di Claudio Boniciolli, ma un mese dopo Monassi riceveva l’incarico.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Stati Uniti: una pioggia di orsacchiotti sul campo da hockey, ma è per beneficenza

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi