Contenuto riservato agli abbonati

Strada e muri abusivi, piante abbattute: sequestro in Costiera sopra la super villa 

Sigilli della Procura attorno alla ex “Ostuni”, dove è in corso un cantiere per l’accesso alla residenza. Sette gli indagati

TRIESTE Maxi sequestro in Costiera. La Procura ha messo i sigilli attorno al terreno di una villa. È la ex “Ostuni”, affacciata sul mare con annesso porticciolo privato, passata nelle mani di una facoltosa famiglia russa. Il sospetto è che i lavori per costruire la strada di collegamento tra la Costiera e l’abitazione siano del tutto privi dei permessi necessari. Un abuso edilizio, in buona sostanza.

Il cantiere è ben visibile dalla stessa Costiera, passando si nota: si trova al civico 196, a pochi metri dal ristorante “Tenda Rossa”, sul lato destro della strada per chi proviene da Sistiana in direzione Trieste.


In quel punto, in prossimità del guard rail, si apre un percorso in sterrato,...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Sole e temperatura mite a Trieste, anche a gennaio la domenica al mare

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi