Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, i forzisti solidarizzano con Zeno D'Agostino ma ne criticano la linea filo-cinese

Il presidente cinese Xi Jinping e il presidente dell'Autorità portuale di Trieste Zeno D'Agostino (foto dell'inviato Diego D'Amelio)

Negata con forza la “regia” di Giulio Camber dietro all’operazione Anac «Resta però la contrarietà alla scelta di svendere lo scalo a Pechino» 

TRIESTE Forza Italia Fvg nega in maniera compatta l’esistenza di regie camberiane dietro la “defenestrazione” di Zeno D’Agostino, ma si spacca sui rapporti con la Cina. Ieri i vertici del partito hanno diffuso un comunicato: «La nostra solidarietà umana a D’Agostino. Ma ribadiamo che il Cinavirus non deve contaminare il Porto di Trieste, consci che il trattato dell’anno scorso tra Cina e Italia ne determina il controllo da parte di Pechino».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Calcio, giornalista molestata in diretta tv dopo Empoli-Fiorentina

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi