Delfino morto rinvenuto in Costa Azzurra

La carcassa dell’animale inviata all’istituto zooprofilattico di Padova per accertare le cause del decesso

GRADO

Ieri mattina verso le 8 un privato cittadino che faceva la sua quotidiana passeggiata lungo la battigia della spiaggia della Costa Azzurra, ha notato la carcassa di un delfino quasi sicuramente stato trasportata fin in quel punto dal mare che ieri è stato particolarmente mosso e agitato. L’uomo ha avvisato immediatamente per competenza l’Ufficio Circondariale Marittimo. La comandante Francesca Godino ha di conseguenza, dopo il sopralluogo e i primi accertamenti effettuati dagli uomini di Circomare, allertato l’istituto zooprofilattico di Padova i cui responsabili hanno dichiarato l’intenzione di voler venir a prendere l’animale per effettuare gli accertamenti sanitari del caso. Il motivo è quello di cercare di capire quali siano state le cause della morte. Un decesso che a quanto pare è avvenuto ancora qualche giorno fa.


Che lungo i litorali di Grado e Fossalon capiti di trovare spiaggiate delle tartarughe caretta-caretta non fa ormai tanta notizia poiché si ripetono purtroppo con relativa frequenza. Un delfino morto è invece un fatto certamente non consueto. L’animale è finito in secca sula battigia in un tratto di spiaggia libera della Costa Azzurra, dopo gli stabilimenti balneari verso la scogliera. È lungo circa due metri e mezzo e dalle prime osservazioni non risulta che abbia delle ferite evidenti. Ieri il tempo non è stato favorevole alla tintarella e pertanto non ci sono state tante persone a osservare la non bella scena del delfino morto spiaggiato. A ogni modo per portarlo via dall’arenile, ieri mattina sono intervenuti gli operai del Comune. Che i delfini, anche numerosi, frequentino il golfo di Trieste è fatto certo in quanto gli avvistamenti sono continui. Addirittura qualche delfino si spinge fino all’interno del canale d’accesso all’isola. Qualche anno fa alcuni delfini si sono spinti, effettuando le loro evoluzioni, addirittura sino dinnanzi al ponte girevole. Tra l’altro durante la bella stagione ricordiamo che gli avvistamenti di delfini e di tartarughe vengono effettuati anche da bordo del Delfino Verde che collega più volte al giorno Grado e Trieste. —

AN.BO.

Video del giorno

Trieste, manifestazione contro il green pass in piazza della Borsa

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi