Contenuto riservato agli abbonati

Prima multa a un locale di Gorizia: «Lavorare così è una follia pura»

Sanzione al bar Aenigma del consigliere comunale Traini: «Noi esercenti siamo vittime e carnefici»

GORIZIA «Siamo nella situazione kafkiana di temere di non avere clienti e, allo stesso tempo, di aver paura di averne. È follia pura».

Emanuele Traini, consigliere comunale, capogruppo della lista civica “Gorizie” e contitolare del bar Aenigma di via Nizza è schietto. E si lascia andare a uno sfogo che inquadra alla perfezione la frustrazione di un’intera categoria alle prese con i decreti sul distanziamento sociale e sull’uso delle mascherine.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Calcio, giornalista molestata in diretta tv dopo Empoli-Fiorentina

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi