Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, la restituzione del Narodni Dom manda in pezzi il centrodestra

Il presidente della Slovenia Borut Pahor davanti al Narodni Dom il 13 luglio 2019

La Lega dribbla il tema dopo gli strali di Fdi e Forza Italia. Imbarazzo nella civica del sindaco. Centrosinistra e M5s all’attacco

TRIESTE La storia del Novecento irrompe di nuovo sulla scena politica triestina e “incendia” la maggioranza di centrodestra. E rischia di trasformarsi nella pira del sindaco Roberto Dipiazza. La cerimonia di restituzione del Narodni Dom (l’ex Hotel Balkan) alla minoranza slovena, in programma il 13 luglio (a cent’anni esatti dal rogo fascista) alla presenza dei presidenti di Italia e Slovenia Sergio Mattarella e Borut Pahor, rischia infatti di essere “sfregiata” dal Consiglio comunale di Trieste.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Metropolis/9, Castelli: "Ecco quanto metteremo contro il caro bollette e i ristori in arrivo"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi