Contenuto riservato agli abbonati

Addio a griglie e orchestre: il Fvg si rassegna a un’estate senza sagre

Una passata edizione della vetrina delle tipicità del Fvg a Villa Manin

Troppi rischi e vincoli da rispettare: le Pro loco sono costrette ad alzare bandiera bianca. Decine gli eventi cancellati  fino ad agosto, con diverse "vittime" eccellenti. «Ma l’impegno sul territorio resta» (Testi di Marco Ballico, Speciale a cura di Elisa Lenarduzzi)

TRIESTE Era stato un inizio d’anno trionfale con la consegna a fine gennaio in Senato del marchio nazionale “Sagra di qualità” assegnato dall’Unpli, Unione nazionale Pro loco d’Italia, alla Fiera enologica di Buttrio e alle sagre del vino di Casarsa, degli asparagi di Tavagnacco e di Vilegnove di San Daniele: piatto tipico i tagliolini al prosciutto crudo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori