Il respiro che ci unisce al resto dell’umanità

Caro essere umano stanziale in un mondo globale. Prova a respirare, fallo profondamente fino a sentire l’aria dentro i polmoni. Ecco la cosa li ci unisce a tutti gli esseri umani. Durante il virus si son creati gruppi in tutto il mondo per aiutare i nostri compagni di viaggio a respirare. Respirare è una delle prime cose che il virus impediva. Credimi, quando ti risvegli è un lusso farlo da solo.

Il respiro, una delle cose più scontate della nostra vita, la prima cosa che fai quando vieni al mondo, è ciò che ci anima. È la prima cosa del mondo che entra in noi.Il respiro è un atto profondo e implica il rispetto per l’aria che respiriamo e per la terra. Prova a immaginare se l’aria e l’ossigeno cominciassero a scarseggiare. Noi lo diamo per scontato ma il virus ci ha insegnato che dare per scontate le cose è uno degli errori più grandi che possiamo fare. Quello che è dentro è anche fuori, quello che è sotto è anche sopra e il rispetto per l’aria che respiriamo implica un profondo rispetto per tutta l’architettura del mondo.


Mentre respiravi adesso leggendo l’articolo lo faceva un americano, un cinese, e anche il tuo vicino di casa. Siamo legati a questo che tu lo voglia o no. Facciamo parte tutti dello stesso club, e non c’è un gruppo contrario a questo. Partiamo da qui. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi