Contenuto riservato agli abbonati

Confessionali e banchi interamente sanificati: a Trieste la chiesa di Santa Maria Maggiore è pronta a ospitare fedeli

Il santuario retto dai frati dell’Immacolata è il primo edificio di culto in città ad aver completato gli interventi di igienizzazione previsti  

TRIESTE La chiesa di Santa Maria Maggiore è il primo edificio di culto di Trieste completamente sanificato. L’operazione anti Covid-19 è stata eseguita dalla Flash, la ditta muggesana guidata dall’amministratore unico Vincenzo Rovinelli. A fare da tramite tra i francescani dell’Immacolata guidati dal parroco Alessandro Maria Calloni e l’imprenditore, il consigliere comunale Bruno Marini, molto legato al santuario. «A partire dal 18 maggio i fedeli potranno tornare a messa e di sicuro la chiesa di Santa Maria Maggiore sarà attrezzata per poterli ospitare sin dal primo giorno», ha annunciato con emozione e soddisfazione Marini.

Video del giorno

Maltempo a Cremona: una tromba d'aria abbatte alberi e infrastrutture

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi