Grado, crolla un pezzo di una casa durante la demolizione

La zona dove è avvenuto il crollo

Nessun ferito ma tanta paura. I detriti si sono sparsi nella zona dell’uscita delle ambulanze della Sogit. Aperta un’indagine

GRADO Durante la demolizione di una casa, la facciata della stessa cade inaspettatamente e fragorosamente in strada. Con grande sorpresa degli addetti della Sogit che si trovavano di fronte, nella zona di competenza e delle ambulanze del distretto sanitario di Grado. Solo danni, fortunatamente, nessun problema per le persone.



È accaduto al primo giorno di riapertura dei cantieri edili, il giorno stesso della grande manifestazione di piazza di dipendenti stagionali e operatori e per questo l’incidente che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi, è probabilmente sfuggito all’attenzione di più. In ogni caso fortunatamente in quel momento non transitava nessuno per via Fiume, né persone a piedi e nemmeno autovetture. Tra l’altro in queste giornate lungo via Fiume il traffico è decisamente molto più intenso del solito. Ciò perché da piazza Marinai d’Italia anziché imboccare via Conte di Grado per recarsi in centro storico o nella zona della Costa Azzurra, è imposta la deviazione proprio attraverso via Fiume causa i lavori per la realizzazione del nuovo impianto di fognatura dell’isola.



La conseguenza di questo crollo è, dunque, che ora per via Fiume possono transitare unicamente i frontisti e le persone che si recano al distretto sanitario. Tutta l’area dinnanzi alla casa in via di demolizione è, infatti, stata delimitata (sia attraverso via Fiume e sia in via Leonardo da Vinci). Ci troviamo, ripetiamo, proprio dinnanzi uno dei due ingressi (quello decisamente più utilizzato) del distretto sanitario.

Fortunatamente i tecnici e la Polizia locale sono riusciti, recintando solamente la ristretta area di sicurezza, a garantire il passaggio delle autoambulanze e anche a far transitare le persone che si devono recare a fare i prelievi, al pronto soccorso o per altre necessità da sbrigare al distretto sanitario.

Entrando in via Fiume la si può percorrere solo per un tratto poi c’è la svolta a destra che porta alla fine di via Fabio Severo-inizio di piazza Oberdan. Se non ha causato danni a persone o cose, la rovinosa caduta ha causato invece parecchi problemi al titolare della ditta che sta effettuando i lavori.

Pare, infatti, che mancasse la documentazione autorizzativa regolare per lo svolgimento dell’attività tant’è che la Polizia locale che ha effettuato i rilievi ha emesso a carico della ditta delle sanzioni amministrativo-penali per violazioni antinfortunistiche. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco accorsi da Monfalcone e pure i responsabili dell’Azienda sanitaria che assieme ai responsabili della Polizia locale, hanno verificato e deciso che provvedimenti adottare. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Isole Faroe, 1500 delfini uccisi sulla riva: un massacro senza precedenti

Insalata di pollo con mele, rucola e spinacini

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi