Contenuto riservato agli abbonati

Flash mob con striscioni e tafferugli a San Giacomo, interviene la polizia. Una settantina le persone coinvolte: raffica di denunce e sanzioni 

Non ci sono feriti, anche se si sono visti manganelli e c'è stato contatto fisico tra le due parti. Alla fine lo striscione "Il virus uccide il capitalismo di più" è stato rimosso dalle forze dell'ordine. Le accuse, a vario titolo, sono resistenza a pubblico ufficiale e manifestazione non autorizzata. Scattate anche le sanzioni amministrative per violazione delle norme anti-contagio 

TRIESTE. Tafferugli tra manifestanti e forze dell'ordine si sono verificati stamattina in campo San Giacomo, attorno alle 11.20. Diverse persone avevano cominciato ad affluire nello storico luogo di partenza del corteo del Primo maggio già a partire dalle 10.30, come d'altronde preannunciato dalla rete Trieste Antifascista sui social. Inizialmente tutto si è svolto in maniera pacifica e nel rispetto delle distanze di sicurezza.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi