Contenuto riservato agli abbonati

In mezzo secolo sul Collio temperature salite di 3 gradi

Chi oggi pianta una vigna nel Collio chiede ai vivaisti viti capaci di resistere alla siccità

Lo rivela la ricerca del team Obc Transeuropa sui dati del programma Copernicus. La “febbre” della Destra Isonzo è aumentata in modo significativo dal 2003

CORMONS Un aumento delle temperature medie di oltre 3°C nel Collio in poco più di mezzo secolo. È il dato, assai preoccupante e che dice tutto del drammatico riscaldamento climatico in corso, fornito da uno studio internazionale.

Il network European Datajournalism ha pubblicato la ricerca effettuata a livello italiano dal team di Obc Transeuropa sui dati del programma europeo Copernicus dove si mostra “a livello iper-localizzato, per ogni Comune italiano (e in futuro per ogni Comune europeo), la portata e gli effetti di un fenomeno globale come il cambiamento climatico”.


I numeri che riguardano il Friuli Venezia Giulia, e in particolare l’Isontino, non sono affatto positivi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi