Pasti caldi e visite a casa: a Trieste cresce la “fame” di welfare

Un anziano con la mascherina si riposa appoggiandosi ad una paletto sul marciapiedi. Foto Francesco Bruni

Oltre 1.300 le richieste di aiuto arrivate in poco tempo ai 56 assistenti sociali del Comune. Garantita assistenza domiciliare a 500 persone tra cui molti anziani

Misticanza con pesche, more, mandorle, feta greca e grano saraceno

Casa di Vita